Suddividere gli ambienti con una libreria divisoria

10/07/2020
  • Condividi su:

La soluzione ideale per organizzare gli spazi della casa senza fare lavori in muratura, con un design moderno e un prezzo accessibile

Posizionare una libreria divisoria tra due ambienti della casa è un’idea originale per riuscire a delineare bene due diverse zone, senza dover necessariamente costruire una nuova parete. Questa soluzione è perfetta per i piccoli monolocali, in cui non si vuole rischiare di rimpicciolire ancora di più la stanza, ma anche per le case più grandi che si ritrovano con stanze super spaziose in cui si vogliono creare delle piccole zone dedicate magari alla lettura o ai giochi dei bambini.

Le librerie divisorie bifacciali separano benissimo l’ambiente, senza dare l’effetto di chiusura totale che si genera di solito con le pareti in muratura o in cartongesso. Questo accade perché la struttura autoportante della libreria, se posizionata nel modo giusto, riorganizza gli spazi della casa mentre gli scaffali aperti lasciano passare tantissima luce.

Le caratteristiche

Una delle caratteristiche più importanti che però viene spesso sottovalutata per le librerie, è la solidità della struttura. Infatti, di solito questi sono mobili che vengono appoggiati o addirittura fissati ad un muro. In questo caso, invece, la struttura è autoportante e si caratterizza per una stabilità e una solidità maggiori rispetto alle classiche librerie. Proprio per questo motivo, noi di Terraneo creiamo non solo librerie ma tutti i nostri mobili in kit di montaggio con pannelli da 18mm di spessore e solo con materiali di qualità per garantire una solidità che dura nel tempo.

Prendendo come esempio la nostra libreria LIBKAF della linea Tetrix, passiamo a spiegare le altre caratteristiche che dovrebbe avere una libreria divisoria di qualità:

  • I vani devono essere aperti e ampi perché, a eccezione di pochi casi, gli scaffali devono essere bifacciali per permettere alla luce di passare da una stanza all’altra.
  • Questo mobile di Terraneo è stato concepito con un’altezza media, che non arriva fino al soffitto della stanza, proprio per evitare una divisione totale e delineare semplicemente un percorso o una zona della casa.
  • I colori neutri servono a donare una sensazione di continuità con il resto della stanza che amplifichi l’ambiente anziché rimpicciolirlo.

mobiletti scarpiere

Come utilizzare una libreria divisoria

Collocare una libreria per suddividere gli ambienti della casa è una soluzione molto originale, perfetta sia per la zona giorno che per la zona notte. Infatti, può essere utilizzata nella zona giorno per dividere cucina e soggiorno, creare un corridoio o delineare l’ingresso di casa, posizionandola prima del soggiorno; oppure per dedicare un angolo della casa alla lettura, ai propri hobby o ai giochi dei bambini.

Soprattutto negli open space invece, le librerie divisorie vengono utilizzate anche per la zona notte, per dividere il soggiorno dalla camera da letto, per creare una cabina armadio oppure, se gli scaffali sono chiusi, per dividere con creatività il bagno dalla camera.

Come la posizione della libreria può variare in base all’esigenza, anche l’organizzazione e la personalizzazione degli scaffali varia in base ai nostri gusti. Oltre a libri e riviste di ogni genere infatti, questo mobile si presta benissimo a ospitare soprammobili e piccole piantine da appartamento che possono donare un tocco di colore in più alla nostra stanza.

Per scoprire tutte le specifiche sulla libreria LIBKAF della linea Tetrix e tutti gli altri mobili Terraneo, visita la sezione dedicata cliccando su “Scopri di più”.

Scopri di più